Home Dolcezze Focaccia dolce all’uva fragola

Focaccia dolce all’uva fragola

written by La Salsa Aurora novembre 27, 2013

Una versione semplice e gustosa della focaccia dolce all’uva fragola, un classico della cucina contadina, arricchita con pregiati pinoli. Felicità dei più piccoli, e quasi un regalo per i vicini e i parenti venuti in aiuto alle famiglie contadine nei giorni frenetici e festosi della vendemmia, la focaccia all’uva fragola risveglia ancora nei miei nonni il ricordo, tra il lieto e il melanconico, di quei giorni lontani, impressi in foto in bianco e nero ingiallite dal tempo.

focaccia-all-uva-fragolafocaccia-all-uva-fragola1Ingredienti:
-150 ml di acqua tiepida
-250 g di farina 00
-50 g di farina integrale
-mezza busta di lievito di birra secco
-50 ml di olio extravergine + 30 ml per ungere
-sale
-un grappolo di uva fragola
-zucchero semolato q.b.
-5 cucchiai di pinoli
-una nuvola di zucchero a velo

Preparazione:
Impastate la farina con l’olio e l’acqua, il sale ed il lievito accuratamente sciolto in poca acqua. Lavorate bene la pasta fino ad renderla liscia, elastica ed omogenea. Ponetela dentro una terrina di volume doppio, coprite con un panno in fibra naturale inumidito e fate lievitare per 3-4 ore nel forno spento con la luce accesa. Quando il volume dell’impasto risulta circa raddoppiato,  foderate una tortiera larga con un foglio di carta da forno, ungetene abbondantemente il fondo con circa 15-20 ml di olio e stendetevi a mano la pasta. Bucherellate la superficie con i polpastrelli, ungete con un altro po’ di olio, quindi distribuite l’uva fragola ben lavata e asciugata, facendo una moderata pressione per farla affondare nell’impasto. Lasciate riposare la tortiera coperta dal panno per circa mezzora, e nel frattempo scaldate il forno a 200-220°. Scoprite la focaccia, zuccheratela e cospargetela di pinoli. Cuocetela nello stampo per i primi 20 minuti, poi proseguite la cottura a nudo, sul foglio di carta da forno posto direttamente sulla gratella per altri 10 minuti o fino alla giusta croccantezza e caramellatura. Bon appétit!

0 comment

Leave a Comment