Home Incontri Innamorati cotti | Gnam Box

Innamorati cotti | Gnam Box

written by LaSalsaAurora febbraio 26, 2015

Quando mi è balenata la prima volta l’idea di #innamoraticotti, ho pensato subito agli Gnam Box. Se c’è una coppia che racchiude in sé tutte gli aspetti di cui questa rubrica vuol parlare, è proprio quella formata da Stefano Paleari e Riccardo Casiraghi: questi due ragazzi, di formazione graphic e interior designer, uniti da una romantica love story e accomunati da una creatività originalissima, nel 2012 hanno lasciato i loro lavori per lanciarsi insieme in un social food project che è stato definito da autorevoli testate il più interessante a livello italiano.

IMG_7404

© Gnam Box

Io sono da sempre innamoratissima di loro e non ne ho mai fatto mistero 🙂 Durante lo scorso Salone del Libro, quando erano a Torino per presentare il loro libro di ricette stagionali “In food we trust”, li ho riconosciuti in metrò e mi sono palesata come loro grande fan. Invece di sorridermi con condiscendenza, mi hanno ringraziata e chiesto di me: da allora ci unisce (a distanza) un rapporto di stima e simpatia di cui non smetto di sentirmi onorata! Di loro ammiro il modo personale, allo stesso tempo etico e leggero, di parlare del cibo, e in qualche modo d’amore. Li ho intervistati per voi, ed ecco che cosa mi hanno raccontato…


Gnam Box è un progetto bellissimo, ed è davvero una storia di cibo e di amore, che voi due avete ideato e costruito insieme. Il mondo food è qualcosa che oggi vi unisce e vi accomuna, ma, prima di incontrarvi, che rapporto avevate con il cibo?

Stefano: Siamo sempre stati legati entrambi in qualche modo al cibo. Io sono cresciuto con i racconti di mia madre che mi raccontava di quanto fosse bravo mio nonno in cucina, così quando andavo alle medie mi dilettavo a prepararle il pranzo cercando di studiare ed inventare ricette per stupirla. Lei non si è mai lamentata, ma chissà se erano buone per davvero 🙂 Altro ricordo che ho legato al cibo è l’ossessione che avevo per la pasta al pomodoro che mi preparava la mia nonna.

Riccardo: non vengo da una famiglia in cui si passavano le ore in cucina. Ricordo però di aver sempre amato il pranzo e la cena perché era uno di qui momenti in cui si stava tutti insieme. Quando ero all’università ho lavorato come cameriere per un ristorante in Brianza, “La Rava e la Fava”. Lì mi sono avvicinato molto al mondo della cucina e ho imparato tantissime tecniche e il vero amore per il cibo.

Voi credete da sempre che il cibo unisca le persone: è stato così anche per voi due?

Noi in realtà siamo stati uniti da Facebook 🙂 È proprio li che un giorno ci siamo incontrati avendo un po’ di amici in comune. Diciamo che il cibo ci ha da subito uniti perché entrambi appassionati di cucina home-made abbiamo iniziato ad organizzare cene insieme per i nostri amici e a cercare nuovi posti in cui andare a mangiare, sia a Milano che in viaggio.

IMG_7666

© Gnam Box

Le tappe della vostra food & love story in 3 piatti.
Prima tappa: Sicuramente a New York, il primo viaggio che abbiamo fatto insieme nel 2010. Amavamo tantissimo andare a fare colazione da Angelica’s nell’East Village e mangiare la loro ottima torta di carote.

Seconda tappa: Sicuramente in Puglia, al ristorante Al Trabucco da Mimì. Ci siamo stati la scorsa estate e ci siamo innamorati di tutto: proprietari, chef, cibo e location.

Terza tappa: A Milano amiamo i Burger di Al Mercato. Lì puoi abbattere tutte le barriere quando il tuo partner ti vedrà cosparso di salsa all’avocado!

Siete una coppia nella vita e nel lavoro: come riuscite a conciliare i due ambiti?

Non lo sappiamo e non ce lo vogliamo chiedere. Diciamo che siamo molto fortunati. Da subito abbiamo capito quali potevano essere i motivi di litigio o incomprensione ed abbiamo imparato a sedare alcuni tratti dei nostri caratteri che avrebbero potuto infastidire l’altro. Stare molto insieme ci ha portato a fondere le nostre idee, i nostri gusti e ad allinearci perfettamente. Ovviamente, altrimenti non saremmo umani, capita di avere discussioni o malumori… ma poi passa subito!

Tante coppie cucinano insieme per rilassarsi dopo una giornata di lavoro. Ma voi, dopo una giornata a cucinare e scrivere di cibo, cosa fate per staccare?

Guardiamo tantissimi telefilm. A casa non abbiamo la tv ma divoriamo serie tv in streaming. È uno dei modi che utilizziamo per staccare la spina.

Qual è il cibo perfetto per sedurre secondo Gnam Box?

Sicuramente un piatto di pasta, o un buon risotto. Non siamo molto amanti dei dolci per cui, viva il salato! Ah be, anche un ottimo burger home-made può fare la differenza!

Cucinate mai quando siete arrabbiati?

Se dobbiamo scattare delle foto e siamo di cattivo umore non ci mettiamo nemmeno a cucinare perché sappiamo che poi il risultato non sarebbe ottimale. Fortunatamente ci capita raramente. Se poi abbiamo litigato tra di noi ed è ora di cena cuciniamo in solitaria e sappiamo che basterà gridare “È pronto!” per dimenticarsi di tutto!

seduti

© Maria Teresa Furnari

 

0 comment

Leave a Comment