Home Arancione Plumcake all’arancia e yogurt senza grassi

Plumcake all’arancia e yogurt senza grassi

written by LaSalsaAurora marzo 7, 2015

Il plumcake all’arancia e yogurt senza grassi è un dolce profumatissimo e vitaminico, il sapore ideale per queste fredde e terse giornate di fine inverno, quando si ha ancora bisogno di coccole e tepore ma già si vuole pregustare la freschezza leggera della primavera che presto arriverà. La consistenza è ricca, morbidissima e leggermente umida, e il gusto fruttato e zuccherino. Le arance sono quelle dell’albero di mamma, in giardino; nessuno le mangia perché sono dolcissime, ma per marmellate e torte sono portentose e penso già che mi mancheranno.

Forse è arrivato il momento di scriverlo, così da renderlo vero: tra una settimana la luce delle mie foto cambierà, e il set non sarà più il muretto di pietra dove prima c’era il nespolo, o il prato del giardino-quando è tagliato di fresco. Dovrò trovare un nuovo punto perfetto per scattare, al chiuso, senza più scegliere tra l’ombra frondosa del melograno di mamma, quella verde scuro del vecchio limone, o quella lieve e puntiforme dell’albero di mimosa che ci regalò Emu e che è cresciuto a dismisura. Tra una settimana sarò in una nuova casa, tutta nostra, in una nuova città, famosa per il suo frenetico grigiore, che velerà di un certo pallore bohèmienne le mie future foto…

Milano, sei azzurra di speranza, hai la freschezza agrumata di una nuova avventura, l’emozione verde di un viaggio che inizia: il tuo grigio è multicolore. Per le foto, al massimo mi comprerò un faretto. La marmellata di mamma però la porto con me.
torta_arancia_yogurt_senza_grassiV

Ingredienti:

2 albumi di uova bio
170 g di yogurt greco
succo di 2 arance bio
scorza di 1/2 arancia bio
150 g di farina 00
150 g di zucchero di canna integrale
una bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

Per la glassa:
80 g circa di zucchero a velo
succo di una piccola arancia bio

Come si prepara:

Lavate le arance, spremetene il succo e aggiungetelo allo yogurt  posto sul fondo di una capiente terrina. Mescolate bene, quindi aggiungete la scorza grattugiata di mezza arancia bio, lo zucchero ed infine la farina setacciata con il lievito. Amalgamate il composto fino a renderlo omogeneo. In una terrina più piccola, montate a neve gli albumi a temperatura ambiente con un pizzico di sale. Quando sono ben gonfi, incorporateli al resto del composto con movimenti dal basso verso l’alto. Versate il composto in uno stampo da plumcake leggermente imburrato, e cuocete in forno caldo a 180° per circa 35 minuti.

Nel frattempo preparate la glassa semplicemente sbattendo con un cucchiaio di legno del succo d’arancia con dello zucchero a velo, dosando le proporzioni fino ad ottenere una glassa della densità più gradita.

Sfornate il vostro plumcake (sentite che buon profumo?) e lasciatelo raffreddare. Rimuovetelo dallo stampo, sistematelo sul piatto e irroratelo di glassa. Lasciatela solidificare circa mezzora prima di tagliare le fette. Potete rendere il sapore più ricco e zuccherino e la consistenza più umida passando un giro di glassa fluida anche sulle fette al momento di gustarle.

L’idea (green) in più:

Cosa fare con la scorza d’arancia e i tuorli scartati per la preparazione del plumcake? Il mio suggerimento è di preparare una piccola quantità di crema pasticcera all’arancia da servire insieme al nostro dolce per renderlo ancora più speciale, e adatto anche al momento del dessert!

4 comments

4 comments

Claudia marzo 8, 2015 at 10:22 am

Che bello, ti aspetto a Milano!
Non preoccuparti per le foto, non avranno l’energia del tuo giardino ma sono certa che continueranno a essere bellissime 🙂
A presto allora,
Claudia

Reply
LaSalsaAurora marzo 9, 2015 at 9:19 pm

Grazie Claudia, ti devo un aperitivo a casa appena sistemati! 🙂

Reply
Giulietta | Alterkitchen marzo 9, 2015 at 8:11 am

Aspetto allora di vedere la nuova luce nelle tue foto.. e in bocca al lupo per questa nuova avventura! Un bacione

Reply
LaSalsaAurora marzo 9, 2015 at 9:20 pm

Crepi Giulia!
Non sto nella pelle 🙂

Reply

Leave a Comment